Thé e biscotti per la Gelmini

“La review propone un piano radicale fondato sulla scelta dello studente. Per la prima volta le università saranno pagate non più per il fatto di esistere, ma per essere state scelte dagli studenti”, dice John Browne, che presiede la commissione lib-tories che sta studiando la riforma degli atenei di sua maestà.
L’obiettivo della riforma delineata dalla commissione è fare degli studenti il motore di un mercato aperto dell’alta formazione nel quale realizzare una competizione tra atenei chiaramente incardinata alla qualità dell’offerta. La soluzione trovata è la liberalizzazione delle rette.
La strada scelta nel Regno Unito per valorizzare l’asset della formazione e della ricerca è quella di premiare il merito, cioè sacrificare i rami secchi del sistema universitario e liberare risorse da investire nelle realtà più feconde.

About these ads

One Comment on “Thé e biscotti per la Gelmini”

  1. [...] Guarda Articolo Originale: Thé e biscotti per la Gelmini [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 8.410 follower